Hydra Music

Hydra Music
Etichetta discografica indipendente.

Hydra Music è stata fondata nel 2011 da Amedeo Pesce con la mission di produrre buona musica.

Vanta pubblicazioni del calibro di Nino Buonocore, Tullio de Piscopo, Enzo Gragnianiello e Franco Califano ma è da sempre molto attenta ai giovani talenti. È tra le poche etichette italiane che danno ampio margine ai giovani artisti, inserendoli nel proprio catalogo in compagnia di artisti già affermati e conosciuti.

Sin dall’inizio ha sviluppato diverse collaborazioni con altrettanti festival e rassegne musicali legate soprattutto alla canzone d’autore, che è una delle principali passioni. Oltre a questo, però, è particolarmente attenta al mondo indie, rock e folk, producendo band con una lunga esperienza alle spalle.

Info e contatti sul sito: www.hydramusic.it

Gli artisti della HYDRA MUSIC sono in rotazione su ATOM RADIO!

Contatti

Sito:
http://www.hydramusic.it

Facebook:
https://www.facebook.com/hydramusicitaly

Indirizzo:
Hydra S.r.l.
Centro direzionale Pastena
Via Rosa Jemma n.2,
84091, Battipaglia (SA)

Email: info@hydramusic.it

Tel: +39 0828 1992137 (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00)
Fax: +39 0828 1999086

Gli artisti in promozione della Hydra Music

PAKY – Titolo album: ATTIMI (Bari)
Genere: cantautorale

Pasquale Schiraldi (in arte PAKY), nasce ad Acquaviva delle Fonti il 21/08/1996. E’ diplomato come ragioniere e tecnico programmatore presso l’Istituto tecnico economico “Vitale Giordano” di Bitonto.
Inizia lo studio della chitarra (classica, acustica ed elettrica) all’età di 14 anni nel 2010, sotto la guida del M° Tommaso De Filippis presso l’Accademia Musicale Modugno di Bitonto. Nel 2015 affianca al percorso di approfondimento e aggiornamento strumentale, lo studio del canto leggero con la talentuosa insegnante Angelita Bartolucci. Ha collaborato con la Cover Band Pop Rock “The Fireworks”, vincitrice di un primo premio e finalista regionale al concorso “Puglia Talent”,in qualità di chitarrista solista . Ha preso parte a numerose manifestazioni e concorsi musicali vincendo un primo premio al concorso “I colori dell’Arte”(2011), patrocinato dal comune di Sannicandro di Bari. Ha partecipato in qualità di chitarrista a numerose iniziative ed eventi promossi dal comune di Bitonto. Ha inoltre collaborato alla realizzazione di brani d’esordio del cantautore emergente Daniele Lanave, effettuando la registrazione in studio di gran parte delle tracce di chitarra solista (acustica ed elettrica) .Ha partecipato a laboratori sul cantautorato con i maestri Tommaso De Filippis, Raffaele Pellegrino e Giuseppe Sammarone (fonico, arrangiatore e compositore). E’ inoltre compositore e autore di brani di musica leggera. Il 18 agosto 2016 pubblica su You Tube il Videoclip Ufficiale del suo primo singolo “Campagnolo”.
http://www.hydramusic.it/teams/paky/

Il progetto di Paky nasce dall’esigenza di fare della sua musica il mezzo per esprimersi e raccontare senza interruzioni sensazioni, paure e gioie.
Il brano “Campagnolo”, così come gli altri due brani “Parole a metà” e “Attimi distanti” sono brani autobiografici. Il primo racconta la tenerezza di un padre che alle quattro del mattino si sveglia per portare il pane a casa andando a lavorare i campi. “Parole a meta’” esprime la voglia di rivincita e rivendica la voglia di volersi affermare superando i propri limiti. E’ un invito ad accettare se stessi e superare gli ostacoli. Il brano “Attimi distanti” esprime la volontà più profonda di ogni uomo di non voler mai rinunciare a ciò che più sta a cuore e di fare della propria vita un contenitore di esperienze vissute.
http://www.hydramusic.it/albums/attimi/

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

LIVING CORE – Titolo album: LIVING CORE (Palermo)
Genere: Rock

I Living Core nascono nel 2009 dall’incontro fra il chitarrista Riky Bresciani e il cantante Luca Fricano, che decidono di formare una Band originale di matrice rock. Sebbene giovane, la band vanta una formazione di musicisti con una lunga storia alle spalle.
Nel 2013 la band raggiunge la sua formazione definitiva (Luca Fricano alla voce, Riky Bresciani alle chitarre, Lino Frillo Prinzivalli al basso e Davide Vittorio Reale alla batteria) , da subito dediti alla realizzazione di brani originali, prevalentemente composti da Luca e Riky. Nello stesso anno, la band partecipa a diversi concorsi musicali nazionali, fra i quali “Cantagiro” (semifinale Italia 2013 in diretta web tv),”TourMusicFest” (finale regionale), “Sanremo Rock” (finale regionale), etc.. , nonché ad alcuni contest locali, ottenendo ottime recensioni\critiche dalla giuria.
Inoltre nel 2013, i Living Core hanno suonato alcune delle loro canzoni live su Radio Action Palermo, nel 2014/15 su Radio Time, Radio One e RadioYoungItaly, nell’ambito di programmi radiofonici come “underground live show”, “Extratime”, “Rock Revolution” e “Diamo voce agli emergenti”.
I loro brani, alcuni in inglese ed altri in italiano, prendono spunto dalle esperienze e dal vissuto di tutti giorni, da ciò che osservano e da ciò che li circonda, ed il genere musicale risulta essere volutamente un buon mix di Rock Melodico\Pop Rock\Blues, con influenze degli anni ‘60/’90, ma senza limitazioni di alcun tipo alla creatività che è in continua evoluzione alla ricerca di nuove sonorità.
La band cerca di farsi spazio per uscire dall’Underground Palermitano che, sebbene valido, risulta essere penalizzato per ragioni storico\logistiche.
Nel 2015, i Living Core iniziano a suonare live per i locali della regione affiancando ai loro inediti un repertorio di cover appositamente preparato.
Nel 2016, terminate le registrazioni dei 6 brani che fanno parte del primo EP della band, le strade fra i Living Core e Luca Fricano si dividono di comune accordo per scelte stilistiche diverse.
Al posto di Luca Fricano alla voce subentra Daniele Davì.
Sempre nel 2016 i Living Core firmano un contratto di licenza discografica con l’etichetta indipendente Hydra Music di Eboli per la pubblicazione del loro primo EP “LIVING CORE”. Inoltre per promuovere l’uscita dell’EP hanno realizzato il primo videoclip ufficiale con il brano “JANE”.

Formazione gruppo Living Core
Daniele Davì – Voce
Riky Bresciani – Chitarra
Lino “Frillo” Prinzivalli – Basso
Vittorio Davide Reale – Batteria
http://www.hydramusic.it/teams/living-core/

Il progetto Living Core nasce dalla voglia di dare una voce nuova e una spinta forte al rock italiano e internazionale. Con questo intento viene concepito e realizzato l’omonimo album di debutto “Living Core” targato Hydra Music, 6 brani differenti ma stilisticamente affini, che spaziano dal Vintage Rock, al Blues fino a spingersi ai virtuosismi del rock più moderno.
http://www.hydramusic.it/albums/living-core/

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

FULL METAL BREAKFAST – Album Taxy To The Galaxy (Bari)
Genere: Rock/indie

Full Metal Breakfast o FMB sono un gruppo italiano di Indie Rock Elettronico, Synth Rock e Alternative Dance nato a Bari nel 2013. Il progetto nasce da tre coinquilini che tramite il compromesso hanno unito le loro idee sulla musica creando un sound identificabile come “Riff indie rock che suona su un beat”.
Il gruppo è composto da: Flavio De Fiori (Chitarra, Voce); Alberto Mastrogiovanni (Basso); Alessio “Quentin” D’Amore (Producer, Synth, Beatmaker)
Il sound FMB si caratterizza per la combinazione di linee di elettronica con un sound Indie Rock che abbinato ad una predisposizione dance porta il tutto ad una continua evoluzione del genere.
Una delle caratteristiche di FMB è la differenza stilistica che si riscontra tra le tracce.
Il loro primo EP di debutto rilasciato nel 2015, “Three guys, Two Snakes and a Crazy Dog “viene realizzato in maniera totalmente indipendente e rilasciato sul web in maniera gratuita dove ottiene ottimi risultati su Soundcloud e Jamendo. Il disco riceve ottime recensioni e RockIT definisce la musica di FMB un “evoluzione del classico sound indie rock capace di far ballare anche chi si sente troppo vecchio per ascoltare il solito indie.”
Il disco è composto da “Too old for Indie” che ironizzando sull’essere “troppo vecchi per fare indie” fa da apripista ad un sound dance ed elettronico come “Pitcairn Island” e “Dr. Nakamats”.
La prima fa riferimento alla storia degli ammutinati del Bounty e “suscita in chi li ascolta un pretesto per evadere dalla quotidianità e farsi dondolare dalle onde della spensieratezza”.
Dr. Nakamats invece è un omaggio al celebre scienziato giapponese Yoshiro Nakamats noto soprattutto per le bizzarre tecniche di ricerca scientifica e le relative bizzarre invenzioni.
L’EP si chiude con Wolfman che dalla forte impronta narrativa western e tramite la musica cadenzata racconta lo scontro tra due forze antagoniste.
La copertina di “Three Guys, Two Snakes and a Crazy Dog” è stata disegnata da Alberto Mastrogiovanni e rappresenta Shakur (cane mascotte di FMB).
“Taxi To The Galaxy” in uscita il 10 febbraio 2017 con etichetta Hydra Music, è un album versatile, fatto di storie che si incrociano tra synth, chitarre, ukulele, beat, bassi.
La band si caratterizza per numerose influenze musicali: tra questi vi sono Phoenix, Daft Punk, Arctic Monkeys, Empire of the Sun, Ratatat, MGMT, Justice.
http://www.hydramusic.it/teams/full-metal-breakfast/

l sound dell’album ,come per il primo EP, si caratterizza di una versatilità che da sempre contraddistingue i Full Metal Breakfast. Ogni brano è diverso dall’altro e per questo unico. I piccoli dettagli che fanno la differenza portano l’ascoltatore a fluire e ballare tra le storie che ci hanno ispirato.

TRACKLIST:
1. Intro (senza testo)
2. Dr. Nakamats : è un omaggio al celebre scienziato giapponese Yoshiro Nakamats noto soprattutto per le bizzarre tecniche di ricerca scientifica e le relative bizzarre invenzioni. E’ un brano dance che lo stesso dottore nipponico apprezzò su Twitter.
3. Too old for indie : è la prima canzone FMB registrata nel 2014. Una traccia indie rock che ironizza sul fatto di “esser troppo vecchi per fare questo”.
4. Wolfman : con una forte impronta narrativa western e tramite la musica cadenzata racconta lo scontro tra due forze antagoniste. Il racconto narra la storia di un figlio che , dopo una battuta di caccia, non vedendo tornare il padre, parte alla sua ricerca. Durante la ricerca si scontra con il killer, un lupo o un nativo americano, fino a realizzare che suo padre in ogni caso non tornerà.
5. Paris : il brano raccoglie tutti gli aspetti nascosti e malinconici di un amore che un po come Parigi si rivela meravigliosa ma anche molto falsa.
6. Crazy Dog : ancora una volta è un omaggio al nostro cane e a come ha contribuito a distruggerci qualsiasi cosa.
7. Good Morning North Korea : si ironizza la storia di un cittadino nord coreano che si ritrova improvvisamente ad affrontare la morte del dittatore del paese ed invece di sentirsi finalmente libero, si interroga su cosa ne sarà lui ora che ha perso la sua guida o il suo dio.
8. Pitcairn Island : fa riferimento alla storia degli ammutinati del Bounty e suscita in chi li ascolta un pretesto per evadere dalla quotidianità e farsi dondolare dalle onde della spensieratezza.
10. Daydream : traccia molto elettronica caratterizza una svolta più “dark” del disco. Alcune paure la fanno da padrone.
11. Taxi to the Galaxy (senza testo)
12. High Sea : Quest’ultima è una canzone fresca e pop che nasconde bene, con l’uso di un ukulele, la fine o il trasformarsi di un amore mentre hai trascorso gli ultimi mesi per mare.
http://www.hydramusic.it/albums/taxy-to-the-galaxy/

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

DANIELE LANAVE – Album “E SE…” (Bari)
Genere: cantautore/pop

Daniele Lanave nasce a Bari il 30/05/1992, e il 12 settembre 1995 inizia gli studi di solfeggio, pianoforte e canto con il Maestro Rosalba Lapresentazione. Successivamente prosegue gli studi con il Maestro Antonella Saitta presso la celebre Associazione Musicale “Il Coretto” (Bari), scuola fondata dal M° Sasso e dalla M° Vigliano il 24 ottobre 1966, partecipando alle serate e alle cerimonie conclusive della scuola con impegno e dedizione presso i più importanti siti culturali del barese, come il Circolo Unione Bari (sala delle Muse), il teatro “La Vallisa”, il Teatro Margherita (sala Giuseppina).
Lascia il Coretto e continua lo studio del pianoforte privatamente con il Maestro Giuliana Monachino, già docente di Conservatorio (Bari).
Il 28 gennaio 2012 riprende gli studi musicali al “Coretto”, iniziando lo studio del Canto leggero con il talentuoso Maestro Roberto Manobianco, protagonista dell’animazione musicale pugliese e membro di importanti ensemble di intrattenimento, e lo studio della chitarra d’accompagnamento con il Maestro Raffaele Pellegrino, filosofo della musica e docente di chitarra leggera e avviamento alla chitarra classica presso il medesimo Istituto da svariati anni, partecipando anche a laboratori sul cantautorato insieme ai Maestri succitati.
Le estati 2013 e 2014 lo vedono impegnato a Bari e Turi in serate di gala a cui partecipa in qualità di animatore cantante, oltre a dedicarsi attivamente fino ad oggi alla composizione di brani inediti pop e pop-rock, in cui figura come co-compositore e autore e coautore dei testi.
Nell’ottobre 2015 partecipa alle selezioni di Area Sanremo con l’inedito “Ti scriverò”, brano di cui è coautore della musica insieme ad altri tre artisti pugliesi, frequentando presso il Palafiori di Sanremo corsi di musica tenuti da Maestri della storia della musica italiana tra cui Ivano Fossati, Stefano Senardi e Mauro Pagani.
Nel febbraio 2016 viene invitato a partecipare a due puntate della trasmissione televisiva The Music Show, ideata e condotta da Rossana Barbarossa e Angelo Blasetti con la collaborazione della RCMusic Lab con due suoi inediti, “Ti scriverò” e “Vivrò di te”, andate in onda su Tele In, noto canale laziale di promozione musicale, il 25 e 27 marzo 2016. Nello stesso mese è semifinalista al concorso musicale Gazzetta Music Contest e ad aprile semifinalista al Videofestival Live 2016 sempre con l’inedito “Vivrò di te”, esibendosi presso il Palacongressi di Milano Marittima, riscuotendo giudizi positivi da parte della commissione. Sempre nel corso del Videofestival partecipa ai corsi di formazione musicale tenuti da artisti del calibro, tra gli altri, di Silvia Mezzanotte e Alberto Bertoli.
Il 6 giugno 2016 viene invitato dall’Associazione Musicale il “Coretto”, come ospite ad aprire e chiudere la manifestazione canora degli alunni di canto del Maestro Roberto Manobianco, tenutasi presso il Tatì RistoArt Bari.
Il 10 giugno 2016 partecipa alla selezione fase preliminare regionale del Tour Music Fest tenutasi a Bari presso l’Officina degli Esordi, accedendo alla selezione macroregionale che si terrà ad Ottobre 2016 nella medesima città. Riceve dalla giuria l’attestato di partecipazione e idoneità artistica.
Il 20 luglio 2016 l’emittente televisiva “Telenorba” trasmette su TgNorba 24 nello speciale dedicato ai cantautori pugliesi emergenti, il Videoclip ufficiale del primo singolo “Ti scriverò” con relativa intervista.
Il 24 luglio 2016 partecipa come finalista al concorso CanthautoRap 2016 organizzato dall’Associazione Anima Soul di Castellana Grotte (BA), con il brano “Ti scriverò”. Tale evento ha visto la partecipazione in qualità di presidente di giuria di Roberto Casalino, autore di grandi successi del panorama musicale italiano. Al termine della serata riceve i complimenti dallo stesso, per composizione del brano, l’arrangiamento, tecnica vocale e perfomance sul palco.
Il 17 agosto 2016 viene pubblicata la recensione del Videoclip ufficiale del primo singolo da Puglia Music che definisce il brano: “una canzone orecchiabile da ascoltare sul divano di casa, rappresentata da un video ben pensato ad accompagnare il testo del brano con ottime riprese in movimento e colori accesi, arricchendolo con giochi di luci ed ombre che non annoiano lo spettatore ma lo invitano a visionarlo fino alla fine.”
Il 30 ottobre 2016 partecipa alla fase macroregionale del Tour Music Fest tenutasi a Bari presso l’Officina degli Esordi, ricevendo dalla giuria l’attestato di merito e idoneità artistica.
Il 27 gennaio 2017 esce il suo primo EP dal titolo “E SE…” prodotto dall’etichetta discografica indipendente “Hydra Music Italy” .
Attualmente è anche impegnato come autore per altri artisti emergenti del panorama musicale pugliese.
http://www.hydramusic.it/teams/daniele-lanave/

“E se…” è il primo lavoro discografico di Daniele Lanave, pubblicato dall’etichetta Hydra Music. Composto da sei brani inediti, l’album colpisce al primo ascolto per le melodie arrangiate in stile Pop/Rock che nascono dalla voglia di raccontare le sfumature dell’amore in maniera semplice ma profonda, richiamando stati d’animo contrastanti e spesso contradditori, dall’attesa e la speranza alla semplice possibilità dell’amore stesso, essenza ineludibile della vita.
http://www.hydramusic.it/albums/e-se/

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

CLAUDIA LA BELLA – Titolo Album: FORSE ANCHE DI PIU’
Genere: cantautrice/pop

NUOVO SINGOLO
Titolo Singolo: IL MIO FUTURO

Cantautrice pop/rock romana, si avvicina e appassiona alla musica fin da piccola, attraverso l’ascolto di artisti del panorama musicale italiano come Ligabue, Vasco Rossi, Laura Pausini.
Scopre presto la propensione a mettere in musica e parole, con l’aiuto della sua chitarra, le proprie emozioni, in maniera molto semplice e diretta. L’incontro con Anna Senatore, nella scuola di canto del quartiere, sarà l’inizio di una profonda amicizia nonché di una collaborazione che trasformerà un semplice sogno in un vero e proprio progetto musicale.
L’idea di realizzare un disco di brani inediti si concretizza con l’incontro, nel 2015, con il compositore e arrangiatore Daniele Panetta e il tecnico del suono Alessandro Panetta che porta, nel settembre 2016, alla realizzazione del suo primo album intitolato “Forse Anche di Più”, pubblicato dell’etichetta Hydra Music. Il disco e’ un EP contenente 5 brani caratterizzati da arrangiamenti e sonorità che rimandano al genere AOR.
Nel 2017 Claudia ritorna in sala di incisione per lavorare a nuovi brani e in primavera è prevista l’uscita del nuovo singolo intitolato “Il Mio Futuro”.
http://www.hydramusic.it/teams/claudia-la-bella/

Claudia La Bella ci descrive così il suo primo album:
“Forse Anche Di Più è il mio primo progetto musicale, nato da un sogno condiviso con la mia amica Anna. Per entrambe la musica è sempre stata, fin da piccole, un’amica speciale sulla quale contare. Era più facile scrivere di ciò che sentivamo, piuttosto che parlarne. Potevamo sfogarci senza timore di essere giudicate, anche perchè avevamo la sensazione che la musica ci conoscesse meglio di qualsiasi persona. Quando il destino ci ha fatto incontrare, nella scuola di canto del quartiere, è da subito nato un rapporto di fiducia, stima reciproca ed affetto incondizionato. Dovevamo incontrarci per capire che qualcosa ci mancava e che insieme tutto sarebbe stato più semplice. Abbiamo così iniziato a concretizzare le nostre emozioni in musica. Volevamo farci conoscere attraverso ciò che fino a quel momento avevamo tenuto gelosamente nascosto: le nostre canzoni! Abbiamo continuato a fantasticare sul nostro sogno ad occhi aperti di realizzare un cd, credendoci ogni giorno di più. Abbiamo dato tutte noi stesse, lavorando intensamente, ed in ogni canzone c’è il nostro essere. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza Alessandro e Daniele Panetta. Anche loro innamorati della musica, con la loro passione, esperienza e bravura, hanno dato finalmente forma e colore alle nostre emozioni. Dedichiamo questo lavoro a chi come noi non si arrende mai, crede nelle proprie idee e nei proprio sogni, e va avanti nonostante tutto! Chi continua a sognare non perde mai!
Buon ascolto a tutti”
http://www.hydramusic.it/albums/forse-anche-di-piu/

“Il Mio Futuro” è il titolo del nuovo suo singolo di Claudia La Bella, disponibile su tutti i digital store dal 16 giungo 2017.
Il brano esprime l’incertezza e difficoltà che i giovani incontrano nel realizzare le proprie aspirazioni. La routine, il mondo del lavoro, rendono il quotidiano così frenetico che spesso sembra quasi impossibile fermarsi a pensare a quello che si desidera davvero per il proprio futuro.
È un’eterna romantica Claudia La bella, crede nei sogni, nei gesti semplici. Il suo è un invito a vivere intensamente e meravigliarsi ancora, nonostante tutto, perché, in fondo, la felicità è nelle piccole cose.
http://www.hydramusic.it/albums/il-mio-futuro/